Gli argini contenitivi, 2

“La vita si rimpicciolisce e si ingrandisce
in proporzione al proprio coraggio”

(Anaïs Nin)

8 pensieri su “Gli argini contenitivi, 2

  1. delta di venere. niente effetti speciali solo azzardo. mi lascio prendere dalla mia solita fissazione. niente succede mai per caso. oggi il lupo è uscito dalla tana e si è avventurato in mezzo agli umani per dare da mangiare ai cavalli della sua carozza. insomma, distributore, carburante, pagare. alla cassa ha trovato un libro. delta di venere anais nin. ho cercato di dare un senso a questo nulla è mai per caso. ma devo per forza trovare una spiegazione, una risposta a ogni perchè? il lupo mostra i denti ma questa volta sorride. aspetto cosa mi suggerisce la notte. troppo banale forse? no mai, così come nessuna domanda è mai stupida, niente è mai banale. forse.

    Mi piace

  2. Ma non è che me li scrivo da sola, io stessa, questi commenti? Caro Lupo sembri proprio me.
    A chiedersi troppi perchè ci si spacca la testa e si dimentica di Vivere. Ma talvolta uno sguardo attento su certe interferenze può apportare nuova utile conoscenza.
    Se non altro stasera ho capito chi NON sei. Ma non ho nessuna intenzione di fare investigazioni tipo diagnosi differenziale. La curiosità non vale l’emozione della sorpresa di trovarti qui ogni tanto.
    Resta pure Lupo e scambiamoci frammenti di vita.
    Interiore, obviously.
    Your InnerKitten

    Mi piace

  3. direi che è da dimostrare che la curiosità uccide il gatto. la curiosità fa parte del regno animale bestie umane comprese, cane, gatto, lupo, cavallo che sia. curiosità significa esplorazione. vorresti l’uomo ancora nelle caverne ? curiosità non è solo la ricerca dell’ignoto che ti circonda, forse esploriamo prima noi stessi e poi viene il resto. è così che dovrebbe essere.

    Mi piace

  4. Curiosity Killed the Cat è un noto gruppo anni '80 … remember?
    (il cui nome deriva da un detto, o proverbio, anglosassone)

    quando il Gatto si avvita su sè stesso e prende la somiglianza di un Riccio che si rintana nell'esplorazione del suo essere …
    una nota di buon umore che lo rimbalza all'esterno del dramma momentaneo,
    in una visione d'insieme
    che comprende anche il resto che viene (che siamo sempre noi),
    può essere quasi quasi un toccasana

    il Gatto, come noto, ha 7 vite!
    per i gatti che hanno ancora dei "bonus" da bruciare, tra detti e proverbi popolari, non c'è gran che da temere,
    di questo non mi preoccuperei troppo …

    Curiosity Killed the Cat:
    _________________________

    Hang On In There Baby

    Down To Earth

    Misfit

    I Need Your Lovin

    Ordinary Day

    Name And Number

    non posso insegnare al Gatto come si fa ad arrampicare,
    non me lo sogno neanche,
    non sono io il Gatto,
    ma una volta che il gatto si è arrampicato prima o poi deve scendere …

    questo io lo so bene,
    anche il Gatto lo sa bene,

    è giù che si Vive!

    quando il Gatto scappa sù,
    io scrollo la pianta per farlo saltar giù!

    è più forte di me,
    ma so che infondo il Gatto si diverte,
    e questo mi riempie di Gioia!

    Mi piace

  5. bello mi è piaciuto. io non so mai quando il gatto si diverte. posso solo immaginare.

    i gatti sono animali misteriosi. pensano molto più di quanto pensiamo.
    sir walter scott.

    Mi piace

  6. Eccellente scambio ragazzi.
    Prima una stupidaggine delle mie: uno dei miei nomignoli è sempre stato Gatty. Un altro – lo giuro – è Lupy. (il Lupo non ci crederà..).
    Mi è sempre piaciuto dire che Lupy è Gatty d’inverno, quando ci vuole più pelo. (sono parecchio freddolosa).
    Detto questo, tento di tornare seria e vi assicuro che il Gatto si diverte. Il Gatto è una qualità (quasi un Neter, direi) che vorrei assumere come identità primaria del mio essere. Il Gatto è la mia ambizione, il mio traguardo, il mio obbiettivo.
    Il gatto è essenziale, ha un’accelerazione da 0 a 1000 in un secondo, passando dal pigro languore di un sonnecchiamento alla zampata fatale. Per caccia o per difesa. Il Gatto ama, eccome se ama, ma non si fa fregare dalla dipendenza. O almeno la sa gestire. (e qui non sono ancora per niente somigliante al mio idolo).
    Il Gatto è curioso. E la curiosità è sostanza della maggior parte dei cosiddetti “primi passi” verso la conoscenza.
    Esplorare se stessi è fondamentale. Esplorare se stessi è esplorare anche il “fuori”, poichè il “fuori da noi” coincide con una nostra interpretazione, una nostra definizione; il taglio stilistico e l’attribuzione di contenuto che diamo al mondo noi stessi, con la nostra personale visione. Naturalmente è ugualmente valido il percorso inverso. Ma io preferisco dragarmi i miei, di fondali…
    Buonanotte dal Profondo Gatto..

    Mi piace

  7. una curiosità sul gatto : Bastet morsa dallo scorpione fu guarita da Ra che di giorno percorre il cielo e di notte il mondo inferiore. interpretazione semplicistica di una più dettagliata descrizione che si può trovare cercando qua è là in internet. invidio il gatto che non si fa fregare dalla dipendenza. c’è ancora chi crede (forse troppi) che è l’unico segnale d’amore. ma il padre della psicanalisi se non ricordo male, sembra abbia cercato di spiegare a noi poveri mortali la differenza fra “ti amo perchè ho bisogno di te” e “ho bisogno di te perchè ti amo”. l’abilità sta nel riuscirci.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...