Un mattino

Un certo silenzio e qualche uccellino che disquisisce tra gli alberi del Castello.
Le campane di San Pietro. Poco dopo quelle più lontane della Collegiata.
Pare un quadretto di quei poeti che si studiavano a scuola (di cui io, ovviamente, non ricordo nulla ma che muovono una zona ben precisa della mia memoria emotiva).
Invece no, tutto più semplice: è il risveglio lento e tranquillo di quando
non vado a lavorare.
E’ quel momento di passaggio tra il sonno e la prima colazione in cui i mostri della notte lasciano il posto agli intenti del giorno. E per un attimo, contemporaneamente presenti, entrambi definiscono la dimensione di una parte della mia interiorità.
I gatti giocano sul lembo di granito scaldato dal sole e penso che vorrei iniziare sempre le mie mattine così.
I gatti hanno un buon odore.
Io ho fame. E c’è una luce stupenda.
Buona giornata.

2 pensieri su “Un mattino

  1. Buona giornata Ratu
    che bello, che relax. Come si sta bene in centro quando tutti sono in ferie e SI QUIETA. Si va più piano del solito, si notano meglio le cose e i sapori ed è stupendo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...