Sono circondata

Ho la stranissima e, soprattutto, inedita sensazione di essere arrivata ad una specie di punto di non ritorno.
Niente di drammatico. Qualcosa di molto simile ad un punto di svolta ad angolo acuto, molto deciso e determinante per le future direzioni..
E quante volte l’ho detto, mi direte voi (che nemmeno leggete perciò
figuriamoci se dite).
Ma le altre volte erano diverse: i cambiamenti sono sempre stati, come dire, subiti.
Arrivati dal cielo (o dall’inferno), trovati per strada, calati sulla testa come da una anomala cicogna.
Stavolta invece mi trovo in mezzo ad una specie di accerchiamento perpetrato da eventi e condizioni più o meno consapevoli, adocchiati da subito e nutriti da e con il tempo.
Eventi non sufficientemente potenti da sopraffarmi ma insidiosi e costanti nel loro procedere verso di me.
Soprattutto, sono tanti.
Le minime e folkloristiche conoscenze di fisica della sottoscritta, assunte empiricamente – non senza parecchie distorsioni interpretative – fanno pensare ad un’energia compressa in modo concentrico e centripeto che provocherà o un’esplosione per eccessiva condensazione della sottoscritta (più dura di così?) o un repentino innalzamento ad altro livello. Non necessariamente vantaggioso dal punto di vista evolutivo.
Sparata sulla luna come un razzo a strisce bianche e rosse.

Sto scrivendo cose importantissime ma noto in me e nel mio modo di usare le parole una certa ironia, quasi un compiaciuto divertimento.
Forse perché la vita scorre. Tant’è che pubblico in diretta senza nemmeno cambiare una parola.
Vorrei dire che sono quasi felice ma temo, nel farlo, di sembrare e sentirmi pazza.
E’ un periodo di vera merda, capite? Cosa c’è da essere felici?
Che sia questa la vita?

6 pensieri su “Sono circondata

  1. In genere ero lunatica fin dalle belle giornate
    In genere ero afflitta e irrequieta le notti
    Il mio cuore malato avrebbe sanguinato
    Purchè tu lo vedessi, ma adesso
    Non trovo me stessa a casa mia
    Canticchiando tristi melodie che mi fanno piangere

    Non ci sono più “ti amo”
    La lingua mi sta abbandonando
    Non ci sono più “ti amo”
    Ci sono troppi cambiamenti nel mondo

    L’amante parla di mostri

    In genere c’erano demoni nella mia camera di notte
    Desiderio, disperazione, desiderio
    Così tanti mostri, ma adesso
    Non trovo me stessa a casa mia
    Canticchiando tristi melodie che mi fanno piangere

    Non ci sono più “ti amo”
    La lingua mi sta abbandonando
    Non ci sono più “ti amo”
    La lingua mi sta abbandonando in silenzio
    Non ci sono più “ti amo”
    Ci sono troppi cambiamenti nel mondo

    La gente sta diventando pazza
    Stavano arrivando e sai una cosa mamma?
    Tutti si comportavano veramente da pazzi
    I mostri sono pazzi
    Ci sono mostri là fuori

    Non ci sono più “ti amo”
    La lingua mi sta abbandonando
    Non ci sono più “ti amo”
    La lingua mi sta abbandonando in silenzio
    Non ci sono più “ti amo”
    Ci sono troppi cambiamenti nel mondo

    Mi piace

  2. I used to be lunatic from the gracious days
    I used to be woebegone and so restless nights
    My aching heart would bleed for you to see
    Oh but now…
    (I don’t find myself bouncing round whistling
    and fortunes to make me cry)
    No more “I love you’s”
    The language is leaving me
    No more “I love you’s”
    Changes are shifting outside the world
    (The lover speaks about the monsters)
    I used to have demons in my room at night
    Desire, despair, desire, so many monsters
    Oh but now…
    (I don’t find myself bouncing round whistling
    and fortunes to make me cry)

    No more “I love you’s”
    The language is leaving me
    No more “I love you’s”
    The language is leaving me in silence
    No more “I love you’s”
    Changes are shifting outside the world

    They were being really crazy
    They were on the come.
    And you know what mammy?
    Everybody was being really crazy.
    Uh huh.
    The monsters are crazy.
    There are monsters outsides.

    No more “I love you’s”
    The language is leaving me
    No more “I love you’s”
    The language is leaving me in silence
    No more “I love you’s”
    Changes are shifting outside the world

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...