Averci il pane

e non averci i denti.
Guardare in alto
ed essere bassi.
Voler piantare un chiodo
e brandire una piuma.
Cose così.

6 pensieri su “Averci il pane

  1. Sarà così.

    E sarà anche una cattiva valutazione di certe parti di noi stessi.
    E sarà anche che ci si sente inetti e allo stesso tempo – in un’altalena continua e sfibrante – erroneamente convinti di poter superare tutto. Anche i sabotatori più efficienti cioè: anche se stessi.
    Fifona e ambiziosa. Un mix micidiale.
    Ciao sorella :*

    Mi piace

  2. paneeee, pane frescooo, pane vecchioooo, pane azzimooo … 🙂
    (prendete e mangiatene tutti)

    non si capisce mai perchè si vuole a tutti i costi nuotare contro corrente!

    eppure se Tutto è perfetto dovremmo assecondare questo Tutto, invece di continuare a combatterlo!
    dovremmo tradurre in pratico quotidianese il “flusso naturale degli eventi”,

    non sembra poi così difficile: in fin dei conti ogni stagione ha i suoi frutti (ti mangeresti un’anguria a dicembre?), Tutto nasce Divinamente Perfetto, noi inclusi

    l’unico escamotage che ho trovato è quello di verificare puntualmente che, ogni volta che qualche evento “ha funzionato” non c’è stato bisogno di “forzare” la situazione

    è stato sufficiente “non far nulla” per ottenere il massimo con il minimo dispendio di energie: se poi ci si sofferma a guardare la natura troviamo in essa una infinità di riscontri davvero imbarazzanti
    piante e fiori se ne stanno lì e sbocciano seguendo il naturale flusso delle stagioni, mentre noi ci si incazza perchè in inverno le fragole sul gelato non sanno di nulla: certo che siamo proprio suonati del tutto!!

    proviamo a domandarci, una volta verificata la dannosità del voler remare sempre contro, da che parte stiamo andando:
    seguiamo il flusso degli eventi o andiamo nella direzione opposta?

    perchè, se abbiamo preso conoscenza che funziona una cosa, dobbiamo preferirne una che non funziona?
    forse solo perchè ci illudiamo che sia “bella”?

    PS – vedo che in fatto di direzioni e binari ormai il Gatto dovrebbe già essere un esperto!!

    Mi piace

  3. Panettiere, SAGGIO come al solito.
    Dovremmo mangiarci una pizza insieme. E nel mentre mi fai qualche sermone.
    Ma il post scriptum – perdona-me – est un’autentica ERESIA!!!

    PS: il controcorrente perché io mi credevo d’essere salmone. E invece sono solo un gatto. Interiore per giunta…

    Mi piace

  4. pizza …

    questa settimana avevo fatto giusto tre incursioni nella città del buon cioccolato con le nocciole, nei cui dintorni scorrazzano La Lola e il Gatto

    m’era anche venuta una mezza idea di scambiare col Gatto una mezza pizza nel mezzogiorno di fuoco,
    poi mi sono fatto sparire la forma pensiero, per non invadere il suo spazio aereo 😐 … senza aver prima concordato un nulla osta per l’atterraggio!

    Mi piace

  5. A parte il fatto che il mezzogiorno di fuoco per me è un pavido e umidissimo momento alessandrino (fino alle 14.30 niente città di nocciole e cioccolato)… BISOGNA SEMPRE PROVARE!!!!
    E poi, possibile che con tutte queste incursioni io non ti trovi mai per caso almeno una volta??
    La prossima volta chiama la torre di controllo. Non si sa mai..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...